Home is where the Heart is

Paper Planes

Mancunian Sky with airplane


Quel 12 settembre in quei 40 cm quadrati che per Ryanair rappresentano lo spazio vitale di un essere umano mi ritrovai, con gli occhi lucidi, ad appuntare sulla mia Moleskine una frase, una parola, per essere precisi.

Nove mesi più tardi tutto intorno a me era cambiato, io stessa ero una persona diversa ma quella parola era sempre lì, immacolata, semanticamente intatta.

Quella Nostalgia verso il posto chiamato Casa non aveva affievolito la sua forza disarmante. Quel luogo chiamato Casa però aveva smesso di essere un paesino di 25.000 abitanti nella provincia di Arezzo, diventando uno shared flat composto da 12 studenti universitari provenienti dalle più svariate città inglesi e non.

“Home is where the heart is”

Casa era diventata, la pioggia, il vento, il parco che conduce all’università, la linea diretta Salford Crescent – Manchester Victoria, i cab del seven 7, le chiacchierate delle 4…

View original post 376 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s